fbpx

La nostra mission: una grande impresa fatta di piccoli gesti

Two children are playing in nature

La mission di Adventerra Games è molto particolare, perché è una grande impresa, di quelle che richiedono dedizione e coraggio. Però, è fatta di gesti che, a volte, sono molto piccoli, anche se davvero molto, molto potenti.

Quello che noi ci siamo riproposti di fare è di educare le generazioni più giovani al rispetto e alla salvaguardia dell’ambiente. E, per farlo, abbiamo scelto tante strade che, se in apparenza possono sembrare diverse, conducono, in realtà, verso un unico traguardo comune: vivere meglio aiutando il pianeta a vivere meglio.

Perché educare i più piccoli al rispetto per l’ambiente?

Noi crediamo che educare i bambini al rispetto degli animali, delle risorse, degli ambienti e, più in generale, dell’intero ecosistema, sia la via maestra verso un futuro più sostenibile, nel quale l’umanità potrà convivere serenamente con tutte le altre forme di vita che abitano il nostro bellissimo pianeta.

Oggi più che mai la questione ambientale sta diventando centrale nelle nostre vite, non solo sotto forma di notizie che ci giungono da lontano, ma anche per via di cambiamenti climatici evidenti (a volte catastrofici), che hanno iniziato ad influenzare il nostro modo di vivere.

Educare i più piccoli al rispetto dell’ambiente significa dar loro la consapevolezza necessaria per conoscere il mondo nel quale tutti viviamo e gli strumenti per agire ed aiutare un ecosistema già fortemente ferito.

Quando cominciare a parlare di ambiente?

L’età precisa non è un problema, piuttosto, è bene cominciare fin da subito a far sì che una serie di tematiche diventino parte della vita del bambino, non solo perché con lui si parla di certe cose, ma anche perché queste tematiche si traducono in azioni e comportamenti dei genitori.

Come parlare di cambiamento climatico ai bambini?

Insegnare ai bambini come rispettare gli animali, gli ambienti naturali e le risorse che il nostro pianeta ci mette a disposizione, non è un’impresa facile. Perché, molto spesso, ci si trova a dover parlare di cose brutte: disboscamento, isole di plastica che si aggirano per l’oceano, nubi di anidride carbonica che si sollevano dalle nostre città, animali che soffrono o, addirittura, rischiano l’estinzione, per causa nostra…

Abbiamo sviluppato alcuni piccoli consigli che vi aiuteranno a parlare con i più piccoli, senza spaventarli, pur facendo maturare in loro comportamenti e consapevolezza sulle più attuali ed importanti tematiche ambientali.

 

L’ambiente raccontato senza drammi

Purtroppo, molto spesso, quando si parla di problematiche ambientali ci si scontra con situazioni molto negative: animali che rischiano l’estinzione, ecosistemi distrutti dalla ingombrante presenza dell’essere umano, inquinamento… tutto questo esiste ed è un problema reale, che deve essere raccontato ai più piccoli, per renderli più consapevoli.

Bisogna prestare attenzione al punto di vista e al modo in cui decidiamo di approcciare i problemi.

 

Piuttosto che cercare di sensibilizzare i bambini attraverso la paura (usando descrizioni catastrofiche e un linguaggio drammatico), cercate di preferire un linguaggio propositivo e costruttivo. Spiegate ai bambini che cosa è giusto (e bello) fare, per la natura, piuttosto che elencare divieti e comportamenti scorretti.

Descrivete comportamenti e azioni che fanno bene alla natura (spegnere la luce in camera, quando non serve, aiuta il pianeta a rimanere fresco e sano; oppure: fare una bella passeggiata, senza usare la macchina, permette di allenarsi, diventare più forti, respirare aria fresca… e aiutare l’aria a rimanere così fresca!). Questo tipo di argomenti, inoltre, aiuta i più piccoli a comprendere come i comportamenti che fanno bene all’ambiente fanno bene anche a noi. Ad esempio, imparare a mangiare frutta di stagione ci fa stare bene, ma aiuta anche il pianeta, perché incentiva un consumo più consapevole. Usare la bicicletta aiuta a mantenere sano il proprio corpo, e contemporaneamente permette di ridurre le emissioni di CO2, perché l’auto rimane in garage!

Descrivete, certo, ma mettete anche in atto! Perché per i bambini è fondamentale apprendere dai gesti dei genitori. Quindi, per insegnare ai più piccoli l’amore per la natura dovete essere voi i primi ad attuare comportamenti eco-friendly e a seguire abitudini eco-sostenibili.

 

Parole semplice per descrivere azioni, non teorie

Quando parlate ai bambini dell’ambiente, oltre a scegliere un punto di vista positivo, come abbiamo detto poco fa, ricordatevi anche di utilizzare parole semplici: senza modificare il contenuto e gli argomenti, cercate di raccontarli e di descriverli in modo che i vostri bambini possano seguire il ragionamento e comprendere quello di cui si parla.

 

Per rendere più chiari alcuni concetti, utilizzate delle similitudini che accostino questioni complesse ad esperienze che il bimbo ha fatto nella sua vita. Ad esempio, per spiegare che il pianeta si sta scaldando potete dire che “è come se avesse la febbre”: può non essere accurato dal punto di vista scientifico, ma… sicuramente rende l’idea.

Ecco, qui di seguito, altri esempi di quello che si potrebbe dire:

  • Se la Terra si scalda troppo, poi le viene la febbre!
  • La macchina scalda tanto l’aria, quindi, quando possiamo è meglio prendere la bicicletta o fare una passeggiata, così non viene la febbre alla Terra.
  • Quando fanno luce le lampadine si scaldano tanto! E troppo caldo fa sciogliere il ghiaccio dove vivono gli orsi! Poi come fanno a passeggiare se non c’è più il ghiaccio?
  • Ricordiamoci di spegnere la luce quando non ci serve, così non si scioglie il ghiaccio dell’orso!

Naturalmente, ogni scelta lessicale ed ogni metafora deve essere accuratamente scelta tenendo anche conto dell’età del bambino, affinché il tutto sia espresso in un linguaggio quanto più possibile vicino al suo e, dunque, per lui comprensibile.

L’insegnamento passa anche attraverso il gioco

Le parole sono molto importanti, così come le azioni. Ma anche il gioco ha una funzione fondamentale, nelle fasi di apprendimento. Quindi, anche le tematiche ambientali possono essere veicolate attraverso il gioco.

Di questo siamo fermamente convinti, visto che possiamo orgogliosamente definirci come un’azienda il cui intero catalogo prevede giochi educativi interamente incentrati su tematiche ambientali: ve ne sono che parlano dello scioglimento dei ghiacci e del rispetto delle risorse idriche; vi sono giochi dedicati alla raccolta differenziata e giochi che trattano i comportamenti che aiutano a ridurre lo spreco di energia elettrica.

L’apprendimento diretto: imparare la natura dalla natura

Oltre a quanto abbiamo già detto, un altro modo per avvicinare i bambini alla natura e ad un rapporto responsabile con l’ambiente e con le sue risorse, è quello di incoraggiarli a trascorrere del tempo nella natura. Spronare i bambini ad un contatto con la natura è qualcosa che si può fare sia a casa, sia all’aperto.

Scoprire la natura stando a casa con i bimbi

Queste sono alcune della attività che un genitore può organizzare per invitare i propri bimbi ad entrare in contatto con la natura, stando a casa:

  • Giardinaggio: tenere un piccolo orticello, per spiegare come nascono le piante e, a partire da questo, insegnare l’importanza dell’acqua, della giusta temperatura, della luce solare (alternativamente, si possono anche piantare fiorellini o, se mancasse lo spazio, semplicemente far germogliare un seme in un vasetto…).
  • Compostaggio: avere uno spazio domestico nel quale raccogliere i rifiuti compostabili può essere un’ottima occasione per spiegare la differenza tra rifiuti non riciclabili e scarti che possono, invece, rientrare nel ciclo della natura, disperdendosi nell’ambiente sotto forma di concime.
  • Raccolta differenziata: per i bimbi la scoperta di diversi materiali e di diverse consistenze può diventare un’occasione per apprendere le differenze tra una bottiglia di plastica e una foglia d’insalata, o tra un tappo di sughero e un barattolo di vetro. Un primo passo verso la scoperta della raccolta differenziata!

Scoprire la natura a casa con i bambini

 

Insegnare ai bimbi il rispetto per l’ambiente uscendo all’aperto

Inutile dire che all’aperto le esperienze e le attività che si possono fare per avvicinare i bambini al rispetto dell’ambientesono tantissime! Proviamo a darvi qualche consiglio, perché iniziare fin da subito:

  • Passeggiare nella natura: una bella passeggiata, pura e semplice. Oppure, se preferite, potete fare “biking” e pedalare all’aperto. In un prato, oppure in un bosco, in montagna o in campagna. Basta guardarsi attorno per trovare mille argomenti dei quali iniziare a parlare di natura e ambiente: gli animali della fattoria, i fiori di un prato, la frutta e la verdura possono diventare occasione per parlare delle stagioni.
  • Camping: la vita da campeggio può essere un modo per creare un contatto con la natura ancora più intenso e profondo. Ad esempio, si può apprendere come differenziare e trattare i rifiuti, per evitare di inquinare l’ambiente. Oppure, si possono osservare animali selvatici, nel loro ambiente naturale: occasione unica per parlare di quanto sia importante rispettare foreste e fiumi, perché casa di tanti animaletti diversi…

Ai genitori il compito di dare il buon esempio nel rispetto dell’ambiente

Infine, ricordate che i bambini apprendono dalle nostre azioni, anche quando non parliamo e non spieghiamo loro alcunché.

Basterà raccogliere una lattina da terra, per gettarla nell’apposito bidone; oppure non dovrete fare altro che dividere avanzi di cibo e vasetti di vetro in due sacchetti diversi – dopo un picnic – per lanciare un segnale forte e chiaro sui comportamenti più utili per prendersi cura della natura.

Vivete da genitori che amano la natura. I vostri gesti saranno la prima, importantissima guida per insegnare ai più piccoli il rispetto e la salvaguarda per il nostro bellissimo pianeta.

Per sapere come fare e rimanere informati, seguiteci sui social network (siamo su Instagram e Facebook). Scoprirete che vivere una vita amica dell’ambiente significherà vivere una vita più salutare, piena, coinvolgente. Perché la salute della Terra è anche la nostra.

RICHIEDI INFORMAZIONI
LEGGI IL BLOG

Giochi in evidenza

12.90 

Età: 2 +
Gioca al memory e impara a conoscere la frutta e verdura di stagione

12.90 

Età: 2 +
Associa mamma e cucciolo e scopri gli animali in via d'estinzione

11.90 

Età: 2 +
Componi i mini-puzzle e scopri le azioni per proteggere la Terra

11.90 

Età: 2 +
Componi i mini-puzzle e impara a risparmiare l'acqua

24.90 

Età: 7 +
Un percorso ricco di sfide per conoscere e risparmiare l'acqua

24.90 

Età: 7 +
Raccogli il maggior numero di rifiuti e portali nei cassonetti corretti

24.90 

Età: 7 +
Un gioco per imparare a ridurre gli sprechi energetici in casa

24.90 

Età: 10 +
Un gioco cooperativo per fermare il riscaldamento globale

16.90 

Età: 3 - 6
Un gioco di classificazione per imparare a fare la raccolta differenziata

21.90 

Età: 4 - 6
Porta in salvo gli animali polari prima che il ghiaccio si sciolga

VAI ALLO SHOP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close